lunedì 10 ottobre 2011

Matite criminali

"Sono accerchiato da matite in questo ultimo periodo. La  scrivania a sera inoltrata è un campo di battaglia: cerco contatto con un'accabbi ma sono minacciato dalle biddue, bramo l'impugnatura della mia fedele portamine, la cerco disperatamente con l'occhio stanco... Il temperamatite rovente fuma neanche avesse riversato piombo in una furente sparatoria e i cadaveri delle matite coinvolte nel massacro giacciono inermi sotto il tavolo da disegno."
(Cronache di un disegnatore)

Ok, perdonate le cavolate, dormo poco, era per darvi un'idea dell'uso che sto facendo della matita in questi giorni: le tavole di Vola mio angelo, vola che bucano (letteralmente) il foglio, a cui si aggiongono storyboard che si ammucchiano, tavole di Climantica che timidamente vedono la luce, bozzetti di varie illustrazioni si rincorrono uno dietro l'altro nell'attesa di sbocciare in illustrazioni definitive...
tra questi, così aggiorno un po' il blog, sto realizzando i definitivi per la copertina del prossimo libro di Davide Busato: Venezia criminale - Crimini violenti nella Venezia del passato.
Tra i vari bozzetti che avete già potuto vedere in questo post, la scelta è ricaduta sulla prima idea...

...di cui, qui sotto, potete vedere la prima matita del fronte e del retro della copertina:

Beh... Promette bene... no?!

9 commenti:

  1. la doppia "p" della parola zuppa10 ottobre 2011 22:57

    ma sai che sei veramente bravo!non dico per scherzo:credo tu abbia colto un' emozione profonda,una paura atavica,l'atmosfera del mistero,il rapido serpeggiare di un brivido improvviso.e ciò che è più straordinario è il tuo riuscire a renderlo in due sole immagini:così semplici ma un fiume in piena che travolge col suo "rappresentare ciò che gli occhi non vedono".bravo fede:ottima rappresentazione del terrore per i tagli coi fogli di carta!
    ...............................................................ah...non era il blog del massiccio...siete sicuri...proprio proprio sicuri...ehmmmm si vede che non mi sono accorto di aver cliccato sul link del blog "serio e per gente seria"...ops...scusate.

    ........comunque bel disegno...si...

    RispondiElimina
  2. Eeheheheheheheheheheh!!! A zuppa de porro, da non confondere co a puppa de zorro: quando credevo che non saresti riuscito a essere più idiota, ecco che te ne esci con una nuova idiozia! Cmq il tuo commento merita solo per il nome: la doppia "p" della zuppa... il miglior nome non-sense che ti sei dato finora! The best!!! :D

    RispondiElimina
  3. Bhe l'idea era senza dubbio la più intrigante.
    Ora sono curioso di vedere il risultato finale.
    Alla grande! ;)

    RispondiElimina
  4. Jac: grazie! A dirti la verità anch'io son tremendamente curioso di vedere il risultato finale!!! :-)

    Marco: grazie, ogni volta non mi capacito di come potrebbe essere il risultato finale sebbene abbia già fissato la mia idea sul primo bozzetto!

    RispondiElimina
  5. Grazie Sophie! Giusto oggi ho finito la prima illustrazione del fronte di copertina ed è venuta una me-ra-vi-glia!!! Sono soddisfatto del risultato e nei prossimi giorni le mostrerò qui nel blog! :)

    RispondiElimina
  6. Ma che bello... mi fa tanto piacere Fede. Non vedo l'ora di seguire i prossimi lavori... :-) Un bacione

    RispondiElimina
  7. Grassie, Sophie, per la tua sempre (bella) presenza! :-)

    RispondiElimina